Lo Spirito che ha parlato per mezzo dei profeti

e che è venuto a dimorare negli apostoli custodisca la santa chiesa grazie alla sua grande e invincibile forza.

Oggi, lo Spirito santo e vivente,
uguale al Padre e al Figlio in quanto a potenza,
è disceso nel cenacolo e ha istruito gli apostoli.

O Spirito,
tu che procedi dal Padre e ricevi dal Figlio, riempi con i tuoi carismi questa assemblea
che si prostra davanti a te.

I popoli, le razze e le tribù della terra
cantano la gloria e la loro riconoscenza
al Figlio del bene

che per la sua misericordia
ha inviato il suo Spirito agli apostoli.

                                  LITURGIA SIRIACA (IV-VIII SEC.)